Per saperne di più

L'esistenza di Erik Satie, artista anticonformista e controverso, fu segnata da abitudini eccentriche ma anche da solidi rapporti con le avanguardie parigine del primo novecento, che fecero di lui un'icona del secolo.

Breve Biografia

Ritratto d'autore da Rai Radio 5

Erik per il Museo Parigino

 

La musica di Satie, da lui stesso definita "musique de ameublement", incarna il modo provocatorio con cui l’autore risponde all'allora imperante wagnerismo, come reazione alla musica troppo dotta ed accademica.

Aldo Ciccolini suona Gymnopedie n.1

Alessio Nanni suona Gnossienne 1



Definito il calendario e la sede

Il festival Erik Satie si terrà presso il Castello di Vigevano (Sotterranea Nuova) dal 17 al 22 Maggio 2016 e comprenderà un convegno introduttivo, una mostra, iniziative didattiche e la staffetta "Vexations" a partire da Sabato 21 Maggio (ore 17.30). E' possibile partecipare all'evento sia come esecutori, sia come supervisori e assistenti alla esecuzione. E' in fase di predisposizione un sistema di prenotazione per coordinare tutti i partecipanti. Sono previste circa 300 adesioni.


Vexations. Incomincia la sfida

Vexations è conosciuta come la musica più lunga della storia. Scritta da Erik Satie, è rimasta inedita fino alla scoperta da parte di John Cage, che ne fece il paradigma della propria produzione artistica. Più che una musica: un simbolo. Diapason coordinerà una esecuzione-maratona lunga 22 ore in occasione del 150 anniversario della nascita di Satie, coinvolgendo musicisti, studenti, scuole e istituzioni. Dal mese di Gennaio è iniziato il recruiting di tutti i soggetti coinvolti nell'evento.

La scheda del progetto è disponibile QUI